Il nero destriero


settimosigillo.jpg

IL NERO DESTRIERO

Secondo un’esegesi accreditata la morte
viene spesso raffigurata [in nero]
e a cavallo di un destriero [anche esso nero]. Ella
brandisce una falce il cui manico
di lunghezza variabile dai due ai due metri
e mezzo. Il destriero della morte è nero
ed è su questo cavallo che concentreremo
oggi la nostra attenzione.
L’immagine del destriero, lo scalpitio
degli zoccoli, l’ombra che si allunga velocemente
alle nostre spalle destano apprensione
ovunque, alcuni si voltano credendo
di essere inseguiti, altri credendo
finalmente [di essere]. Ovunque sia
c’è chi sfrutta quest’immagine di destriero
nell’incutere timore e devozione.
Giungono al punto di scalzare la stessa morte
dalla sella ed ammansire il suo cavallo,
succede che la morte si perde in giochi
deviati e abbandona il mestiere di morte
in certe occasioni diviene morte accidentale.

È questione di un attimo, chi balza
sul cavallo procede più spedito
incrementa la distanza va più forte
questo ladro di destrieri della stessa morte.

Ma è questione di un attimo. Ella tiene
al suo destriero, le basta un cenno,
più raramente un fischio. Torna in possesso
della sua cavalcatura, miete.
Preferisce decollare uomini di spalle
chi in ginocchio adora i santi e ne intaglia
figure nel legno come di sileni.
In primavera affronteremo gli argomenti
legati ad ogni buona mietitura.

da “Poesie del Sol Levante

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...